I codici di condotta sul gioco nel regno unito

gioco in uk

Il Regno Unito che da sempre è all’avanguardia, seppur con le sue ristrettezze anche moralistiche per ciò che attiene il mondo del gioco ed in quello dei casino online con bonus, ha presentato a Bruxelles le nuove normative per il rilascio delle licenze di gioco ed i codici di condotta. Si vuole garantire da parte del Regno Unito, come obbiettivo principale, la legalità dei casinò games e, quindi, è stato sottoposto “il nuovo piano di normative” per il consueto periodo trimestrale di stand still nel quale gli Stati Membri, o la stessa commissione, potranno esprimere le proprie osservazioni. Quindi, in arrivo le nuove Gambling Commission Licence Condition ed il Codes of Pratices: ovviamente, le stesse saranno vincolanti o meno, ma alle quali il Regno Unito e tutto il suo gioco d’azzardo, si dovranno in ogni caso adeguare.

La modifica presentata recentemente, di conseguenza, va a modificare le condizioni di licenza ed i codici di condotta relativi al giugno 2007 ai sensi del Gambling Act 2005 e tutte le licenze che vengono rilasciate dovranno essere conformi alle condizioni emesse dalla Gambling Commission ai sensi della sezione 75 della Legge del 2005 ed al codice di responsabilità sociale emesso nelle sezioni 24 ed 82 di tale legge. Queste disposizioni variano a seconda che la licenza sia per servizi di gioco a distanza oppure non a distanza, cioè quelle locali.

Naturalmente, le modifiche prevedono assolutamente dei miglioramenti in relazione all’obbiettivo di escludere il crimine della sfera del gioco e, sopratutto, per garantire che i casinò online seguano appropriate procedure per scoraggiare ed individuare il riciclaggio di danaro. Questi interventi, come si può notare, vengono trattati con estrema attenzione da tutti i Paesi dell’Unione Europea e non solo la legislazione italiana lo mette nel proprio obbiettivo primario. Indubbiamente, la criminalità che gravita attorno al mondo del gioco d’azzardo è una tematica che tocca tutti ed è quella che, a cascata, porta nel settore ludico quella criminalità che ne rovina sia l’attività che i rapporti con gli utenti che ne possono venire coinvolti. Ed in questo ultimo caso, ci si vuole riferire particolarmente non al riciclaggio, ma bensì all’usura o strozzinaggio che dir si voglia.

Le condizioni di licenza ed i codici di disposizione che il Regno Unito vuole inserire nella sua regolamentazione, sono senza ombra di dubbio espressamente mirati a mantenere un gioco d’azzardo pulito e sano, portatore di divertimento ed, ovviamente, senza crimine. E questo sopratutto per garantire che lo stesso gioco sia equo, aperto e per prevenire gli eventuali danni che la illegalità e l’irregolarità possono produrre e provocare agli utenti che senza volerlo, oppure per mancanza di mera attenzione, vi “possano incappare”. Il Regno Unito ribadisce che le modifiche delle condizioni e dei codici sono assolutamente necessari per mantenerli aggiornati ed efficaci relativamente alla prevenzione della criminalità e la tutela degli utenti e dei rispettivi territori. Ed ancora, si ribadisce che queste misure non vogliono assolutamente essere discriminatorie, ma che vogliono unicamente specificare i requisiti e le raccomandazioni necessarie per garantire la fornitura corretta e lecita di servizi di gioco d’azzardo da parte dei casinò online.